Il Paesaggio Meridiano nel Cinema Italiano Non-Fiction 1948-1968

Progetto di ricerca di Rilevante Interesse Nazionale, finanziato dal Ministero dell'Università e della Ricerca

Il paesaggio meridiano nel cinema di Vittorio De Seta

"Lo stato e il futuro della ricerca. Aree, direzioni, metodologie", convegno a cura di Paola Brembilla, Ilaria A. De Pascalis, Giovanna Maina. Direzione scientifica: Giulia Carluccio

13

Settembre
Relatrice
    Data

    13/09/2021

Esiste un paesaggio meridiano? Se si, come mapparlo? È possibile tramite il lavoro di archivio rileggere la storia del paesaggio del sud Italia e del suo immaginario? Con il presente intervento si vuole offrire una panoramica sulla metodologia utilizzata in una ricerca sui rapporti tra paesaggio e documentario, in un ventennio cruciale per la storia e il cinema italiano, il 1948-1968. In particolare verrà preso come caso di studio Vittorio De Seta per mostrare, attraverso uno dei documentaristi più riconosciuti, come il paesaggio è stato rappresentato in quegli anni e quanto può essere considerato specchio delle trasformazioni, dei cambiamenti, delle pratiche di vita e della memoria del Sud.