Il Paesaggio Meridiano nel Cinema Italiano Non-Fiction 1948-1968

Progetto di ricerca di Rilevante Interesse Nazionale, finanziato dal Ministero dell'Università e della Ricerca

Mare/Terra

Il binomio Mare/Terra

Mare – Terra rappresenta un binomio necessario per comprendere l’idea di paesaggio meridiano. Il Sud, profondamente legato al mare, scandisce i suoi ritmi attraverso la relazione con il Mediterraneo: essere vicino, lontano, di fronte o accanto al Mare Nostrum restituisce, di volta in volta, un intreccio diverso di spazi e tempi. Le innumerevoli immagini che scaturiscono dal proliferare di queste relazioni hanno spesso uno statuto anfibio, frutto della continua transizione tra l’elemento liquido e quello solido, ibridismo che caratterizza la vita di chi fa esperienza di questi luoghi.

Il cinema documentario ha saputo intercettare e riattraversare i ritmi, le aperture, le pratiche di vita legate alla presenza del Mediterraneo facendo emergere tipologie e modalità diverse di messa in immagine del mare e della sua potenza, al tempo stesso concreta e simbolica. Nel corpus di opere a cui l’indagine fa riferimento sono state selezionate le modalità con cui le forme di vita percepiscono o rappresentano l’“osmosi” con il mare e le dinamiche con cui le immagini rielaborano un discorso critico sulla dimensione marina e sul rapporto tra questa e la terra.

Percorsi di ricerca

Altri nodi centrali del percorso di ricerca sono: l’idea del mare e della terra come “limite”, “frontiera” o “apertura”; il mare quale luogo delle percezioni del desiderio o dello spaesamento della solitudine; il mare come spazio d’azione, sia quella dell’operosità legata alla pesca sia quella del divertimento vacanziero di massa.
Ognuno di questi concetti costituisce, dunque, un terreno di indagine legato al binomio Terra/Mare e permette di attraversare e mettere in rapporto forme diverse e contrastanti dell’immagine documentaria.

Relazione tra Mare/Terra

LE CONTRAPPOSIZIONI

Il rapporto tra il mare come apertura inquietante e la terra come luogo stabile e salvifico; la relazione tra il mare come spazio marcabile, mappabile e navigabile e le immagini dei sentieri, dei percorsi e delle strade che attraversano i territori; la contrapposizione tra il mare e la terra come spazi di vita e di sostentamenti e gli stessi luoghi quali spazi saturi di memoria; il contrasto tra l’immagine della superficie e le immagini della profondità.

I Risultati

IL PROGETTO

Leggi di più sul nostro progetto Archivi del Sud

Gruppo di Ricerca

Università di calabria

Scopri di più sul Gruppo di Ricerca dedito al tema Mare/Terra